Trekking e Passeggiate in Toscana

Posted by admin 03/01/2015 0 Comment(s) Menù Attività,

 

Itinerari percorsi in Maremma

 

Scoprirete la selvaggia e incontaminata regione della Maremma Toscana a piedi! Il territorio è percorso da una fitta rete di strade sterrate e sentieri, che sono state in passato vie fondamentali di comunicazione tra i vari centri abitati ed i luoghi di lavoro e di commercio. Con l'abbandono dell'agricoltura e dell'attività mineraria, i sentieri sono stati via inghiottiti dalla vegetazione. Solo negli ultimi anni, alcuni di questi sentieri sono stati riaperti per creare una vasta sentieristica per tutti gli appassionati del trekking. Potrete anche scaricare tanti percorsi dal nostro computer al vostro GPS.

 

La maggior parte dei trekking sono sentieri facilmente percorribili che attraversano alcuni tratti di strade bianche, ma può capitare talvolta di attraversare passaggi più ardui fra fitta vegetazione. Raccomandiamo di portare le scarpe da trekking adatte ad ogni genere di percorso.

 

Nei mesi estivi sono anche disponibili dei trekking ed escursioni guidati. Sarete accompagnati delle guide professionali e abilitati dalla Regione Toscana.

 

 

Proposte per i vostri itinerari:

 

Trekking "Giro del Poggio di Montieri"

 

partenza dall'albergo, 8 km, 200 metri dislivello, 3 ore, difficoltà: facile

 

Salite in un bosco di castagni per arrivare al primo punto panoramico, che offre una fantastica vista verso Siena e la costa intorno a Grosseto. Quasi sempre, uccelli predatori circondano il Poggio. Paesaggi aspri, picchi selvaggi e singolari e viste meravigliose caratterizzano questo trekking. Al ritorno traversiamo boschi di castagni una volta coltivati. Castagne arrostite e farina di castagne facevano parte dell'alimentazione principale nel passato non troppo remoto. Adesso i cinghiali e altri animali sono contenti di trovare questo cibo nutriente.

 

Trekking "Dall'albergo a Gerfalco"

 

partenza dall'hotel, 12 km, 300 metri dislivello, difficoltà: media. Possibilità di picnic e ritorno con nostro minibus. Scendete nelle valle della Cecina e traversate i sorgenti della Cecina prima di risalire verso Gerfalco, un paesino molto pittoresco. Durante il ritorno verso albergo sarà più pianeggiante e potete godere dell'ombra dei castagni secolari. 

 

Trekking "Le Roste"

 

partenza dall'albergo, 7 km, 400 metri dislivello in discesa, 3 ore, difficoltà: media. Possibilità di picnic e ritorno con nostro minibus. Camminiamo in discesa lungo i sentieri percorsi dai minatori nei millenni. Prati incolti, boschi di castagni e querce caratterizzano questi sentieri alla scoperta delle antiche miniere. Alla fine del tour ci aspetta il paesaggio unico e bizzarro delle "montagne rosse". Sono i resti della lavorazione del rame del 19° secolo. Le rocce della miniera vicina erano accumulate dopo averne estratto il rame con l'aiuto di un processo elettrochimico. La pioggia, con il tempo, ha trasformato questi residui in vere e proprie sculture naturali prive di vegetazione e molto suggestive.

 

Trekking "Le Cornate"

 

partenza da Gerfalco, 8 km, 500 metri dislivello, 3 ore, punto più alto: 1060 metri, difficoltà: media, possibilità di picnic con menu caldo. Dopo una breve visita al pittoresco paese medievale di Gerfalco, salite selvaggi sentieri fino la cresta delle "Cornate". Nel secoli scorsi anche questi pendici erano abitate e coltivate. Nel frattempo, piante e animali rari hanno riconquistato il paesaggio e si è stabilito un nuovo equilibrio ecologico. Durante quasi tutto il percorso avrete una bella vista verso la costa e sul isola Elba. Passate i resti di una miniera di argento del 12° secolo e una cava di pietra rosa pregiata, che ha tra l'altro fornito il marmo per la costruzione del Duomo di Siena. Fra una fitta vegetazione si trovano ancora tanti ingressi alle vecchie miniere e a molte grotte naturali. Già gli etruschi estraevano qui diversi minerali e non è difficile ritrovarne le tracce spesso inghiottite dalla natura.

 

Trekking "Montemurlo"

 

partenza dall'albergo, 10 km, 400 metri dislivello, 4 ore, ptrekking toscanaunto più alto: 840 metri, difficoltà: media. Scendete verso la valle sotto al paese, solcata da torrentei. La prima tappa è presso l'incantevole chiesetta della Madonna dei Castagni, che è uno dei punti focali della storia sociale della comunità di Montieri. Giunti in fondo alla valle, con un notevole cambiamento dell'aspetto del paesaggio, attraversiamo un'area nella quale v'è attività di allevamento di ovini e suini allo stato brado. Da li comincia la risalita alla volta del Monte Murlo. Sulla cima, potete godere di un panorama stupendo su Montieri e le valle circostante. 

 

Passeggiata "Poggio di Montieri" (1051m)"

 

partenza dall'hotel, 4 km, 400 metri dislivello, difficoltà: facile. Dall'albergo potete salire alla Vetta del Poggio dalla quale è possibile ammirare un vasto panorama che si estende fino all'isola D'Elba e alla Corsica.

 

Passeggiata "Alla scoperta della Canonica di San Niccolò"

 

partenza dall'albergo, 1 km, 100 metri dislivello. Salite direttamente davanti l'albergo e dopo una breve passeggiata arrivate alle rovine della Canonica di San Niccolò. La maggiore parte dei edifici, un'ampia area artigianale e una chiesa a pianta esapetala e la maggiore parte dei altri edifici sono stati costruiti nel XII secolo. Il centro è legato al Vescovo di Volterra e attraverso questo luogo si gestivano le attività di estrazione e di trasformazione del minerale cavato nelle miniere del poggio (una delle quali dista solo alcune decine di metri dalla chiesa). La particolare planimetria della chiesa e i ricchi arredi architettonici sono indizi dell'importanza anche simbolica del sito, espressione del potere e della capacità del controllo del territorio minerario da parte del suo committente, il Vescovo di Volterra.